Mindfulness

Mindfulness

Mindfulness un termine che sempre più spesso entra nelle conversazioni ed entra lentamente nel linguaggio comune.

Ma cosa è? Vediamo alcuni cenni:

  • Mindfulness significa letteralmente consapevolezza. Il concetto di mindfulness deriva dagli insegnamenti del buddhismo, della Meditazione e dalla Meditazione zen (zazen), dalle pratiche di meditazione yoga.

  • Negli Stati Uniti degli anni Settanta, per opera di un medico del MassachusettsJon Kabat-Zinn, viene elaborato un primo modello di Mindfulness, assimilato e utilizzato come paradigma autonomo in alcune discipline mediche e psicoterapeutiche europee e d’oltreoceano.

  • Vedi MBSR Mindfulness Based Stress Reduction, https://palousemindfulness.com. Modello elaborato da Jon Labat-Zinn e Dave Potter.  Questo modello (9 incontri), attraverso un percorso composto da esperienze, azioni responsabili e consapevoli da integrare nel quotidiano, aiuta a superare le ‘cattive’ abitudini consolidate nel nostro vivere. Aiuta a vivere con consapevolezza la nostra vita senza farci portare come foglie al vento. Successivamente altre scuole e terapeuti hanno dato vita ad altri modelli molto similari.

  • Mindfulness è quindi una modalità di prestare attenzione, momento per momento, nell’hic et nunc («qui ed ora»), in modo intenzionale e non giudicante, al fine di risolvere (o prevenire) la sofferenza interiore e raggiungere un’accettazione di sé attraverso una maggiore consapevolezza della propria esperienza che comprende: sensazionipercezioni, impulsi, emozionipensieri, parole, azioni e relazioni.

  • Migliorare questa modalità di prestare attenzione permette di cogliere, con maggiore prontezza, il sorgere di pensieri negativi che contribuiscono al malessere emotivo. La padronanza dei propri contenuti mentali e degli stili abituali di pensiero, permette maggiori possibilità di esplorazione, espressione e cambiamento.

  • Recenti studi hanno dimostrato che l’essere umano (quantomeno la fascia occidentale del mondo) passa oltre il 60% del suo tempo in una fase mentale denominata “mind wandering”. Mentre svolgiamo una attività: guidare, mangiare, stare con le persone care… la nostra mente pensa ad altro: cosa ha detto quello, cosa farò dopo, cosa ho fatto ieri…

  • Tutto questo lavoro mentale provoca distrazione, superficialità nelle azioni, spreco di energia mentale e fisica, ansia e stress, incapacità ad essere concentrati ed efficienti sulla nostra occupazione primaria.

  • La Mindfulness aiuta a superare tutti questi stati e a recuperare uno stile di vita più presente e soddisfacente. Aiuta ad apprezzare le piccole/grandi cose della vita senza diventare schiavi di nuovi bisogni indotti. Aiuta a dare valore a sé e agli altri.

    Per usare le parole di John Kabat-Zinn, Mindfulness è:

    La consapevolezza che emerge prestando intenzionalmente attenzione, nel momento presente e in modo non giudicante, al dispiegarsi dell’esperienza, momento per momento

 

Il seminario di Mindfulness è condotto da Edoardo Fabbri:

Sono nato a Bologna il 24 maggio 1954.

Se ripenso a tutte le formazioni (piccole e grandi), fino a poco tempo fa vedevo un percorso a zig-zag. Poi invece osservando bene, tutto è entrato nella mia vita con un senso: vivere nella consapevolezza, vivere intensamente e veramente i giorni, con occhi e cuore aperto.

Diversi stimoli mi hanno condotto fino ad oggi, a quello che sono e che faccio: la necessità di lavorare, la curiosità, la salute, le domande. Da analista di sistemi informatici scontento, alla Laurea in Scienze Politiche e alla danza moderna, per scoprire e incontrare le possibilità del mio corpo mettendo da parte la mente.

Da allora ho lasciato che gli incontri potessero darmi emozione e conoscenza, per una vita armonica e sana.

Ho cominciato frequentando un percorso di operatore Shiatsu (Bologna) per curare il corpo (mio de degli altri), poi Massaggio profondo, Terapia Cranio Sacrale, Linfodrenaggio, Metodo Mèziéres, e tanti altre metodiche. Infine il diploma di Massofisioterapista (Perugia). Tengo regolari incontri individuali di terapia fisica e riabilitazione motoria.

Sempre in ambito corporeo ho frequentato il Centro Monari (integrazione di Antiginnastica), la Scuola di FisioPilates a Torino e molti convegni formativi. Oggi insegno Pilates al Centro Natura (Bologna).

Ma il mondo del corpo e il movimento, insieme alle emozioni e alla spiritualità necessitava altre risposte.

Quindi Biodanza e percorso formativo come insegnante con specializzazioni in: Biodanza e Natura, Bambini e Adolescenti, Mascolinità e femminilità, Contatto e Carezze. Inoltre sempre in ambito Biodanza percorso formativo di Educazione al Contatto: Massaggio Biointegrante.

Attualmente insegno a Padova presso la Scuola di Specializzazione in Educazione al Contatto e Massaggio. Conduco sessioni e seminari di Biodanza (Italia e Messico).

Ma ancora, il mondo sconosciuto e stupefacente delle emozioni mi ha portato ad incontrare il Counselling. Ho seguito la formazione in Counselling Psicosintesi (1 anno a Bologna), completando la formazione con Counselling a Mediazione Corporea (Milano). Iscritto registro SICO (n. A2169). Oggi tengo incontri individuali come counselor.

Sono membro dell’Associazione “Psicologi per i Popoli” che opera nell’ambito della psicologia dell’emergenza in collaborazione con la Protezione Civile e la Croce Rossa.

Per la parte più strettamente spirituale ho frequentato e frequento Centri di meditazione Zen: Araba Fenice (oggi centro Natura), Centro Fudenji (Parma), Centro Enso-ji (Milano) e Sambo-ji (Berceto).

Da tempo ho cominciato ad apprezzare il percorso Mindfulness le cui radici affondano nella meditazione. Ho seguito il training formativo in Palouse Mindfulness MBSR (Kabat-Zinn/Dave Potter). La cui pratica è quotidiana.

Sono membro della Associazione Francesca Center (Associazione no profit per la persona che ha subito qualsiasi forma di violenza, donando un supporto reale ed efficace, un supporto giuridico e psicologico). Con la associazione collaboro in termini di Counselling e Mindfulness.