La magia della vita: 22 aprile

La magia della vita: 22 aprile

postato in: Meditazioni 2016-2017 | 0

C’è sempre qualcosa di cui essere grati. Sii sempre riconoscente per gli affetti e le persone che già hai vicino a te. Un cuore grato ti rende felice. 

(Buddha Siddhārtha Gautama)

Si conclude con questa meditazione il ciclo dedicato alla gratitudine per la magia della vita.

Non è sempre facile cogliere questa magia. Quando tutto funziona nella nostra vita e siamo felici può essere semplice provare gratitudine o semplicemente percepire e godere della nostra felicità.

Ma quando le cose non vanno, quando ci troviamo ad affrontare problemi o momenti difficili percepire la gratitudine per la vita non è semplice.

Eppure nulla nella nostra esistenza accade per caso.

Certo se riteniamo che la nostra vita inizi e finisca qui sulla terra, allora l’esistenza è davvero un “terno al lotto” che di magico ha poco o nulla.

Ma se invece ampliamo la nostra consapevolezza all’idea che questa vita è solo una piccola parte della nostra esistenza di anima e che l’incarnazione ha per tutti noi uno scopo evolutivo, allora l’esistenza che conduciamo ha tutt’altro significato. In questa ottica ciò che ci accade è solo l’occasione per fare un passo avanti a livello spirituale e animico.

E’ la possibilità di cogliere che cosa è “buono” per noi, quale occasione la vita ci ha dato per indirizzare nel modo migliore la nostra esistenza, la strada che ci può portare a realizzare il progetto per cui ci siamo incarnati. Allora se guardiamo il nostro passato potremmo accorgerci che dopo quella malattia o quella relazione finita male c’è stata offerta una nuova possibilità per la nostra vita. Che dopo quel momento difficile e grazie a quella sofferenza abbiamo imparato a fare affidamento su risorse che fino ad allora non conoscevamo, abbiamo scoperto le nostre potenzialità o nuovi talenti che fino ad allora non pensavamo neppure di possedere.

Ogni crisi porta in se, in potenza, un’occasione. Sta solo a noi la possibilità di vederla e coglierla. E questa possibilità passa attraverso la fiducia verso la vita, questa madre che continuamente rinnova occasioni, possibilità, speranze. Siamo grati alla vita, alla sua magia, al miracolo racchiuso in essa, a tutto ciò che ci offre, se solo decidiamo di prenderlo e utilizzarlo per la nostra evoluzione. La vita racchiude in se magia e mistero e solo per questo dovremmo provare grande gratitudine.

Allora impariamo a ringraziare per le cose positive che quotidianamente accadono dentro e fuori di noi: ringraziamo perchè siamo quello che siamo, per i nostri talenti, le nostre qualità, la nostra intelligenza, le nostre possibilità. Non diamo mai nulla per scontato, impariamo ad osservare il mondo intorno a noi senza giudizio ma con il cuore aperto per accorgerci davvero della bellezza nascosta nei posti più impensati.

Siamo abituati a ricevere dagli altri informazioni sulla vita e sul mondo, informazioni spesso manipolate e distorte. Alziamo gli occhi dai nostri cellulari, dai tablet, dalla TV e osserviamo la vita, quella vera che ci circonda.

Pratichiamo gratitudine quotidiana assumendo in modo costante un atteggiamento di “felicità ingiustificata“: la gioia di un tramonto, il profumo di un fiore, l’ascolto di un brano musicale o il canto di un uccello. Tutto questo è la magia della vita.