Il bambino del cibo

Il bambino del cibo

postato in: Percorsi, Percorsi bervi | 0

E’ un laboratorio centrato sul contatto con la parte del nostro sè infantile che è interessata al nutrimento ed è profondamente coinvolta nella nostra capacità di nutrirci e perciò di nutrire.

L’esperienza proposta nel laboratorio aiuta ad identificare il tipo di relazione spirituale che questa parte del nostro sè infantile ha instaurato con il nutrimento.

Questa consapevolezza mette perciò in luce anche il rapporto che come adulti abbiamo con il cibo e con il nutrirci autonomamente sul piano materiale (mangiare e anche dar da mangiare).

Il laboratorio può perciò aiutare il partecipante ad acquisire consapevolezza dei condizionamenti che subisce in relazione all’atto di mangiare, di nutrirsi, di nutrire, di comprare cibo anche, disvelandone la motivazione spirituale.

Durata

Il laboratorio ha una durata di sette ore circa.

La partecipazione è limitata ad un massimo di 10 persone: il costo per persona è di 50 euro.

Gran parte del laboratorio ha luogo a terra ed è possibile che ci si sdrai, quindi i partecipanti indosseranno abiti comodi e calzini per poter stare senza scarpe.

E’ necessario che ogni partecipante porti con sè un quaderno e una penna.

Vi anche è una piccola “dotazione tecnica” che ogni partecipante preparerà per il laboratorio: il dettaglio viene comunicato qualche giorno prima dell’inizio.

Il laboratorio è guidato da Gabriele Lenzi, counselor in formazione e operatore olistico disciplinato dalla legge 4/2013 – associato UNI-PRO codice PO16D0036TO – mobile 335.6245372 – ilbambino@biancaluce.it

Curriculum di Gabriele Lenzi
Bologna, 20 luglio 1964

Ho avuto una lunga e variegata esperienza professionale che mi ha portato a sperimentare tanti lavori, sono stato operaio, caporeparto, responsabile di prodotto, responsabile marketing, venditore, imprenditore nel settore della comunicazione, consulente, produttore esecutivo per il cinema e la televisione, project manager per il web, regista, gestore di società immobiliare, operatore olistico (e non è finita).

Dal 2006 ho iniziato a lavorare su me stesso in modo esplicito e continuo tutt’ora a farlo con costanza e con desiderio perchè la mia formazione e la mia attività hanno un fine egoistico, cioè servono in primis ad aiutare me stesso (come potrebbe essere diversamente?)

Qui riassumo le mie esperienze più recenti.

2015 – Con la guida di Daniela Gentili psicologa, Counselor trainer SIAF e Helper partecipo a Firenze:
– al gruppo settimanale dedicato a “Il Sentiero”
– ai gruppi residenziali di lavoro evolutivo ispirati a “Il Sentiero”.

Guido un gruppo di condivisione mensile ispirato a “Il Sentiero” (Firenze).

Sono invitato all’incontro internazionale de “Il Sentiero” organizzato dagli Helper statunitensi a Cala D’Arconte (Sa).

Seguo un percorso formativo personale con la guida di Lia Balli, Brennan Integration Practitioner e Counselor trainer SIAF (Pistoia).

Sono iscritto alla scuola per counselor olistico “Il Volo della Libellula” (accreditata SIAF) con sede a Sesto Fiorentino (Fi).

A gennaio mi sono iscritto alla SIAF sostenendo l’esame di ammissione come operatore olistico (Firenze), ho ricevuto la qualifica “praticante”, ho il codice di attestazione TO1427-OP.

Con la guida di Elisabetta Torrini pedagogista e Counselor trainer SIAF, partecipo allo stage intensivo di Breathwork (Respiro Evolutivo) “Il corpo trasmutato”, tenuto in residenza a Umbertide (Pg), parte di un percorso per divenire facilitatore del Respiro.

2014 – Con la guida di Daniela Gentili psicologa, Counselor trainer SIAF e Helper partecipo a Firenze:
– al gruppo settimanale dedicato a “Il Sentiero”
– ai gruppi residenziali di lavoro evolutivo ispirati a “Il Sentiero”
– a sedute individuali.

Mi faccio promotore di un gruppo di condivisione mensile ispirato a “Il Sentiero” (Firenze).

Inizio un percorso formativo personale con la guida di Lia Balli, Brennan Integration Practitioner e Counselor trainer SIAF (Pistoia).

Frequento il corso di deontologia professionale condotto da Valentina Ivana Chiarappa, Counselor trainer SIAF, presso l’associazione “Il volo della libellula” a Sesto Fiorentino (Fi).

2013 – Con la guida di Daniela Gentili psicologa, Counselor trainer SIAF e Helper partecipo a Firenze:
– al gruppo settimanale dedicato a “Il Sentiero”
– ai gruppi residenziali di lavoro evolutivo ispirati a “Il Sentiero”
– a sedute individuali.

Partecipo all’intensivo residenziale de “Il Sentiero” organizzato dagli Helper italiani a Spigno Saturnia (Lt).

2012 – Scuola di tecniche bioenergetiche e naturopatiche “Il delfino blu” (accreditata SIAF), Budrio, (Bo): frequento il corso “Energie sottili III” condotto da Silvia Gnudi Counselor trainer

Con la guida di Daniela Gentili psicologa, Counselor trainer SIAF e Helper partecipo al gruppo settimanale dedicato a “Il Sentiero” (Firenze).

Con la guida di Elisabetta Torrini pedagogista e Counselor trainer SIAF, partecipo al gruppo di crescita personale “Il Respiro del Delfino” presso l’associazione “Il volo della libellula” a Sesto Fiorentino (Fi).

Con la guida di Lucia Berrettari, partecipo a cinque costellazioni familiari (Firenze).

2011 – Scuola di tecniche bioenergetiche e naturopatiche “Il delfino blu” (accreditata SIAF), Budrio (Bo), frequento i corsi:
– “Energie sottili II” condotto da Silvia Gnudi Counselor trainer
– “Il percorso del sole – tecnica di attivazione e pulizia bioenergetica” condotto da Silvia Gnudi Counselor trainer
– “Pulizia karmika – tecnica di pulizia energetica del corpo eterico” condotto da Silvia Gnudi Counselor trainer.

Con la guida di Elena Savigni, partecipo a due costellazioni familiari di una giornata ciascuna (Budrio – Bo).

2010 – Scuola di tecniche bioenergetiche e naturopatiche “Il delfino blu” (accreditata SIAF), Budrio (Bo): frequento il corso “Energie sottili I” condotto da Silvia Gnudi Counselor trainer.